Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Uncategorized’ Category

Stamattina siamo in compagnia di Roberto Marmo, docente presso la Facoltà di Ingegneria di Pavia ed autore dei libri “Creare applicazioni per Facebook” e “Promuoversi con i Business Social Network”, edito da Fag.

Innanzitutto, prima chicca, quando provate a creare il vostro vanity url di Facebook, preferite un url con nome.cognome, perchè il motore di ricerca indicizza meglio gli url con il “dot” anzichè quelli con l’under score.

I social network e i legami tra le persone:

1) legami forti:relazioni sociali continue e forti ,che però tendono a creare un gruppo ristretto di persone, ovvero familiari, parenti,amici stretti

2)legami deboli: relazioni meno frequenti con le persone più distanti, ovvero gli amici degli amici degli amici

Possono essere create reti verticali (ad esempio per settore professionale) e orizzontali (molto diversificate)

LinkedIn, Pipl, 123people

(altro…)

Read Full Post »

Eccomi qui, anche stamattina, di nuovo in rete cercando di far luce sui prossimi passi.

ho trovato questo post  interessante scritto da Stefano Besana .

Nel post vengono enunciati tre modi per analizzare le conversazioni ovvero –

  • l’analisi delle reti sociali (vedi anche Simone Gabbriellini su SNA, oppure questo articolo pubblicato da Eccellere – un’intervista a Carlo Mazzucchelli, fondatore di ComplexLab  – in cui viene citata anche l’INSNA) – incomncia ad aprirsi per me tutto uno scenario relativo al data mining e ai software di analisi !
  • l’analisi delle comunità online (monitorando opinioni e spostamenti degli utenti in rete attraverso i cookies – anche qui dovrebbero essere stati prodotti software appositi)
  • l’etnografia digitale (attraverso il lurking e/o l’osservazione partecipante)

continuo la mia ricerca dopo il pranzo…ho bisogno di zuccheri a quest’ora!!

se da qualche parte arrivano suggerimenti…

Read Full Post »

Inizio stasera a rendermi conto di come si dovrà sviluppare la mia tesi di laurea.

Il mio intento è quello di sviluppare una ricerca realmente utile sulle conversazioni online, ovvero su come un pubblico specifico- una community di utenti- che devo ancora individuare (voglio scegliere un segmento strategico di mercato) parla e scambia opinoni online su prodotti/servizi offerti dai brand presenti sul mercato.

Individuare un segmento di utenti è davvero difficile, soprattutto perchè il segmento è ormai del tutto trasversale – non esistono fasce socio-demografiche delimitate, nè tantomeno è possibile procedere ad un campionamento che prenda in considerazione variabili specifiche. Gli utenti nel web sono eterogenei e aggregati solo per interessi e passioni – grazie alle community.

e non solo. per procedere ad una ricerca etnografica avrò bisogno di utilizzare strumenti di web analytics e molto più probabilmente dovrò procedere anche attraverso l’osservazione partecipante.

e una volta ottenute una serie di informazioni, dovrò aggregarle e correlarle secondo criteri specifici, cercando di semplificare la mole di dati – opinioni, modalità di utilizzo dei social media, reti sociali – per rendere comprensibili e spendibili i risultati.

Non nascondo che un brivido mi corre lungo la schiena….

da dove inizio?

sicuramente ho bisogno di trovare altre ricerche già compiute da altri ricercatori e cercare di comprendere quale metodologia  è più adatta ale mie esigenze e soprattutto quale è la più attendibile!

pronti, partenza, via!

Read Full Post »

Ebbene, per qualsiasi professionista del marketing le fasi di progettazione e di monitoraggio dei risultati sono il succo del loro operare, la sostanza dentro cui si annida la qualità del loro lavoro. Lungi da me il voler sottostimare la fase di ricerca o qulla di implementazione delle strategie di marketing, ma ne disuterò in un altro post.

Per quanto riguarda il Social Marketing , la definzione del 1971 data da Kotler e Zaltman , indica l’utilizzo integrato di molteplici leve (marketing mix) come creatore di opportunità concrete affinché gli individui e le collettività scelgano in modo responsabile e consapevole comportamenti favorevoli alla tutela del benessere fisico, sociale e psicologico. I due autori sottolineavano però le diverse prerogative del Marketing commerciale – con cui si ricerca un vantaggio economico per chi vende – rispetto al marketing sociale, il cui obiettivo primario è ottenere un beneficio – sociale, di salute – per i destinatari del progetto.

Questa definizione, seppure risalente ai crepuscoli di un’età di rivoluzioni, è un valido filtro attraverso cui approcciare al nuovo Social marketing, questa volta legato alle nuove tecnologie e ad internet – che ha concesso a milioni di persone nel mondo di poter accedere a un’enorme fonte di informazioni, rendendo possibili connessioni e condivisione di conoscenza prima impensabili.

Il Social Media Marketing, è un modo per diffondere in maniera consapevole i tuoi contenuti attraverso i più vari Social Media che esistono sul web.

Ha in comune con il marketing tradizionale, la necessità di convertire visitatori casuali in potenziali clienti, lettori o advertiser, ma la metodologia usata è profondamente diversa.

Il Social Media Marketing è un tipo di marketing che non dà al consumatore la sensazione di essere oggetto di un invito a comprare qualcosa. Al posto di questa sgradevole sensazione, il Social Media Marketing fa leva sulla possibilità di offrire contenuti di valore o suggerimenti o ancora, contributo personale su argomenti di cui sei esperto e diffondere tutto ciò nella maniera più ampia possibile. In questo modo il brand si fa conoscere attraverso molti siti web, viene incrementato il traffico web e contemporaneamente si rafforza la reputazione .

Vi segnalo queste interessanti slides, messe online da Web Marketing Garden.

Read Full Post »